Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Shakespeare’

E’ successo qualche giorno fa.
Ero già a letto, non avevo voglia di leggere nulla di impegnativo e nemmeno di studiare, non mi andava un sudoku col table e nemmeno una partita a Ruzzle, quindi ho preso il tablet e ho dato una lettura veloce alle ultime notizie. E’ così che sono venuta a conoscenza dell’incredibile news:
“ritrovato lo scheletro del famoso Riccardo III”.

“Ma daiiiii !!!!” mi sono detta.

Ovviamente il mio primo pensiero è andato a lui, a Shakespeare, al suo malvagio antieroe, al protagonista negativo di uno dei suoi più famosi testi teatrali.
Quanto mi sarebbe piaciuto nascere uomo e recitare Riccardo III (secondo dopo Amleto) !
Così sotto le calde coperte invece di appisolarmi mi sono svegliata ancora di più ed ho letto la notizia.

Oscar de Summa in "Riccardo III"

Oscar de Summa in “Riccardo III”

La scoperta è stata fatta nel settembre scorso, quando un gruppo di archeologi chiese il permesso di scavare nel posteggio di un supermarket della città di Leicester. Cercavano le fondamenta di un convento, trovarono invece lo scheletro di un uomo con un evidente problema alla colonna vertebrale, il segno di una lama infilzata in una gamba e il cranio sconquassato, come fosse stato colpito da un oggetto pesante. Per gli studiosi, fin da allora, quello era Riccardo III, l’ultimo re della stirpe degli York prima del dominio dei Tudor, spietato antieroe shakesperiano, ambizioso sovrano che finì per regnare solo due anni cadendo per mano del rivale Enrico Tudor nell’agosto del 1485 a soli 32 anni ponendo fine alla guerra delle due Rose.
Ha passato più di cinquecento anni sepolto malamente sotto quello che adesso è un parcheggio della città di Leicester, accanto a quella che un tempo era la chiesa dei Frati Grigi, demolita nel 1530 e ora sede appunto di un parcheggio.

Fa quasi ridere.

Ma gli esperti sostengono che, oltre ogni ragionevole dubbio, lo scheletro sia proprio di Riccardo III. Lo dimostrerebbe il test del DNA condotto su un lontanissimo discendente della sorella, Michael Ibsen, fino a poco tempo fa inconsapevole commerciante di arredamento di origine canadese.

E anche su questo verrebbe da ridere.
Ma alla fine mi chiedo: non vi fa almeno venire la voglia di rileggere il dramma Shakespiriano?
A me sì.

Annunci

Read Full Post »

A proposito di…….!

Fra pochi giorni Thresel inizierà i suoi viaggi nel tempo, partendo da Codigoro e proseguendo nel ferrarese.
Come suo solito visiterà biblioteche e scuole per raccontare del suo amato Amadè. Così io, per non cadere nella banalità, ho deciso di scrivere due righe su questo blog proprio a proposito di…..di…Shakespeare…..ah ah ah
Il fatto è che qualche settimana fa ho letto sul nuovo numero della bellissima rivista History .(visualizza tutto)

Read Full Post »

Finalmente la potete TUTTI vedere!
Era da tempo che non veniva catapultata nel nostro secolo, ma l’altro giorno è finalmente apparsa.
L’evento è accaduto l’altra  mattina, esattamente il 18 Novembre,  presso la Biblioteca Cesare Pavese di Casalecchio di Reno, a Bologna. Noi eravamo presenti e così siamo riusciti a FOTOGRAFARLA per voi!!!

Susan Shakespeare

Susan Shakespeare racconta. . . .Giulio Cesare

Eccola mentre parla ai ragazzini delle quinte elementari e delle medie. Erano tantissimi!
E’ stata davvero brava a mantenere l’attenzione di tutti. I ragazzi hanno riso e partecipato attivamente e hanno fatto tante domande. Sono stati stupendi!

Susan Shakespeare

Susan Shakespeare. . . un po' spossata dai salti temporali

Alla fine lei era stanchissima e, prima di tornarsene al 1620, ha persino approfittato dei nostri bellissimi bagni. Che simpatica!!
Speriamo di rivederla presto!!! Ve lo faremo sapere!!! Magari in anticipo questa volta!!

Read Full Post »

Venerdì leggo un articolo su un giornale………….dopo 300 anni finalmente gli esperti si sono decisi ed hanno attribuito al bardo William una nuova commedia.

In tutti questi anni si è dibattuto sulla reale paternità dell’opera, se sia del bardo o del suo allievo più talentuoso John Fletcher. E proprio come nei migliori thriller, il manoscritto originale non è stato mai rinvenuto .

Il titolo di questa nuova opera è “Doppia menzogna, ovvero gli amanti afflitti”.

Intanto dall’articolo non si capisce se sia una commedia o una “tragiCommedia”; nel senso che è sì spiritosa, ma al contempo ……..drammatica (almeno questo si legge nell’articolo).

Spiritosa al punto che alcuni esperti appassionati sostengono che in alcune parti sia un po’  troppo “sciocca e assurda” per essere stata scritta dal caro Will, più facile invece che sia del suo “socio” John Fletcher (che sia antenato della famosa signora in giallo?).

Leggo ancora che gli esperti sostengono che le prime tre scene di “Doppia menzogna” si possano attribuire con una certa sicurezza al bardo, mentre le altre (compreso il finale) non sembra siano tutte farina del suo sacco. FORTUNATAMENTE, si dice ancora, poichè il finale non sembra sia particolarmente apprezzato dagli esperti. A maggior ragione sarà del caro John ? In effetti tutti sanno che negli ultimi anni di lavoro Shakespeare collaborava spesso con Fletcher (un passaggio di consegne?)

Sono troppo curiosa………….. compero il libro e. . . vi terrò aggiornati !!!

Read Full Post »

NON E’ MAI NOTTE

“Non è mai notte quando vedo il tuo volto; perciò ora a me non sembra che sia notte, nè che il bosco sia spopolato e solitario, perchè per me tu sei il mondo intero; chi potrà dunque dire che io sono sola se il mondo è qui a guardarmi?”

“Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare

Read Full Post »